LABORATORI TEATRALI NELLE SCUOLE

Da numerosi anni il Teatro del Buratto lavora a stretto contatto con il suo pubblico, sviluppando proposte di intervento che utilizzano le tecniche e gli strumenti di comunicazione propri del teatro.

La proposta di laboratorio verrà calata nei bisogni e nella realtà di riferimento, in un confronto, soprattutto in fase di progettazione, con il corpo docente affinché la pratica teatrale possa con i suoi strumenti fornire possibilità di sostegno e sviluppo.

E’ nel senso stesso del fare teatro il concetto di cooperazione; imparare a cooperare vuol dire superare meccanismi di prevaricazione, linguaggi di violenza e vivere i conflitti come possibilità di crescita e non come scontri in cui sopraffare l’altro o da cui fuggire. La diversità diviene valore e possibilità di scoperta di nuove strade e territori del vivere.

Il teatro può sviluppare e stimolare il linguaggio creativo proprio di ogni individuo integrandosi così con il lavoro educativo che fa la scuola.

  

Con il teatro si favorisce una crescita integrata di tutti i livelli della personalità al fine di educare ad essere soggetti sociali attivi, in grado di guidare i cambiamenti e non di esserne travolti. Mediante le pratiche teatrali, si affrontano le fasi critiche che accompagnano la crescita: la timidezza, il bisogno di esprimersi, il rapporto con il proprio corpo, l’accettazione di sé e degli altri, il gruppo, l’aggressività. Ma si offrono anche strumenti di maggior conoscenza di sé e un potenziamento delle capacità espressive e comunicative. “Il gioco del teatro” rappresenta per tutti il linguaggio privilegiato attraverso il quale è possibile esprimere la propria cultura, la storia, le tradizioni, gli usi e i costumi. L’attività teatrale è uno strumento per promuovere la reciproca conoscenza fra culture e tradizioni e lingue differenti.

La creazione di un laboratorio non segue un modello standard ma è la passione dei ragazzi e la loro creatività che guida il lavoro degli operatori teatrali. Da sempre proponiamo laboratori curriculari di 20 ore, veri e propri percorsi di conoscenza e utilizzo del linguaggio multidisciplinare del teatro a partire dagli stimoli derivati dalla visione di nostri spettacoli o dall’incontro delle proposte degli insegnanti stessi.